sabato 08 febbraio 2020
CARMEN
  • Fermo Teatro dell'Aquila
    Mappa
  • 21:00
  • Biglietteria: 0734 284295 | e-mail: biglietteriateatro@comune.fermo.it
  • Musica
  • ANTEPRIMA GIOVANI: giovedì 6/2/2020 ore 17.00


    Cast

    Opéra-comique in quattro atti
    Libretto di Henri Meilhac e Ludovic Halévy dalla novella omonima di Prosper Mérimée
    Musica di Georges Bizet
    Editore proprietario: Schott, Mainz; rappresentante per l’Italia: Casa Musicale Sonzogno di Piero Ostali, Milano
    in lingua originale con sopratitoli in italiano

    Direttore Beatrice Venezi
    Regia Paul-Émile Fourny
    Scene Benito Leonori
    Costumi Giovanna Fiorentini
    Luci Patrick Méeüs

    Don Josè Enrico Casari
    Escamillo Sergio Foresti
    Le Dancaïre Tommaso Caramia
    Le Remendado Vasyl Solodkyy
    Moralès Giacomo Medici
    Zuniga Andrea Tabili
    Carmen Mireille Lebel
    Micaëla Anna Bordignon
    Frasquita Margherita Hibel (23, 25.01) / Carmela Osato (30.01; 1, 6, 8.02)
    Mercédès Martina Rinaldi

    Orchestra Sinfonica “Gioachino Rossini”
    Coro del Teatro della Fortuna di Fano “Mezio Agostini”
    maestro del coro Mirca Rosciani
    Pueri Cantores “D. Zamberletti” di Macerata
    maestro del coro di voci bianche Gian Luca Paolucci

    Nuovo allestimento della Fondazione Rete Lirica delle Marche coproduzione con la Fondazione Pergolesi Spontini di Jesi, l’Opéra-Théâtre de Metz Métropole, l’Opéra de Massy, l’Opéra de Reims et Centre lyrique Clermont Auvergne.


    L’opera

    Carmen, il titolo più celebre di Georges Bizet (1838-1875) e uno dei più rappresentati nei teatri di tutto il mondo, è amato dal pubblico per la forza e la voglia di libertà della protagonista, per gli affreschi musicali che suggeriscono esotiche atmosfere di una Spagna da cartolina magistralmente inserite nella trama, per la sensualità e la passionalità dell’amore dei protagonisti, forza motrice dell’intera vicenda, per la violenza della decisione conclusiva. L’opera, intrecciando cantone parlato, appartenente al genere dell’opéra-comique e è andata in scena per la prima volta a Parigi nel 1875; il libretto racconta della sigaraia Carmen che seduce Don Josè – tormentato dall’amore “domestico” di Micaëla e quello trasgressivo e ribelle della gitana – ma anche il torero Escamillo, trascinando entrambi in fughe e scontri. In nome della libertà di amare, Carmen però soccomberà alla cieca e incontrollata gelosia di don José, il quale rifiuta la fine della relazione con la donna che lo ha stregato, uccidendola davanti la Plaza de Toros di Siviglia.


    Biglietti singoli: da 25 a 60 euro; anteprime giovani: 5 euro.