Thursday 07 December 2017
CRISTINA KRISTAL RIZZO - Prélude
DANZA 17 | 18
  • Ancona Teatro Sperimentale
    Map
  • 20:45
  • 071 52525 - biglietteria@teatrodellemuse.org - www.geticket.it
  • Dance
  • CRISTINA KRISTAL RIZZO - Prélude

    concept e coreografia Cristina Kristal Rizzo

    danza Annamaria Ajmone Marta Bellu Vera Borghini Tiana Hemlock-Yensen Leonardo Maietto Alice Raffelli Cristina Kristal Rizzo Charlie Laban Trier

    ricerca musicale Simone Bertuzzi / Palm Wine

    costumi Caned Icoda

    luci e direzione tecnica Giulia Pastore

    produzione CABoo8

    con il supporto di MARCHE TEATRO/Inteatro Festival

    in collaborazione con Fabbrica Europa_Santarcangelo Festival

    con il sostegno di Regione Toscana_MiBACT

    “C’è qualcosa di contagioso nella bellezza di un gesto che asseconda la casualità e aderisce allo charme, una seduzione senza riscatto, spaventosa potenza di un mistero che si produce, la materia che assorbe lo spazio e il tempo che si allarga, dilatando la percezione, l’aria intorno alle cose, quel silenzio terso e profondo che disegna la superficie come la profondità. E’ come l’albero antico che ti appare davanti e ne percepisci la vita, ma non ne sai parlare e non puoi descriverla. Il fascino del silenzio e del non comprensibile ma presente, tra il terrore e la salvezza. La vita e la morte, la morte e la vita. La natura non esiste, esiste l’espressione e l’intensità di un gesto che ripete i propri movimenti e la propria nutrizione e il proprio riposo come una meditazione, a occhi chiusi, senza guardarsi. Ciò che mi appare vitale in questo tempo della mia esistenza è lasciare andare via tutto ciò che non necessita al puro desiderio del tocco del mondo. Provare ad assecondare l’istinto, il non visibile. Far apparire quelle forze che scandiscono l’energia in un atto di trasformazione continua, quel principio di uguaglianza che governa la legge universale della natura. Ogni cosa è qua Sun Ra!”

    Cristina Kristal Rizzo

    La nuova creazione Prélude si porta verso un’essenza e una purezza della danza.

    La visione di un ensemble, nel suo gesto primario, è apparsa come una pratica in cui poter far emergere quelle forze invisibili che scandiscono l’energia in continua trasformazione di un atto comunitario, quel principio di uguaglianza che governa la legge universale della natura. I corpi danzanti seguono il proprio istinto nella semplice bellezza della forma, amplificando, nel movimento dello spazio e nell’impersonalità della danza, un’intimità più ampia, estesa e dilatata in un continuum musicale, immaginato come total sound system a partire dal lavoro della figura eclettica di Sun Ra, jazzista sperimentale e pioniere del movimento Afro Futurista, ed elaborato in un’ampia play list dalle ricerche sonore di Palm Wine.

    Un preludio è un’apertura a qualcosa che ancora deve compiersi, nella terminologia musicale descrive una breve composizione a sé stante, usualmente eseguita prima dell’Opera principale e naturalmente elaborata su elementi improvvisativi. Riappropriarsi del tempo dell’inizio amplifica la possibilità di lavorare su una partitura aperta, senza un vero inizio e senza una vera fine, nel tentativo di liberare il desiderio da un’idea puramente produttiva e celebrare il potenziale di un’azione emancipata dal proprio svolgersi.

    La condivisione di questo universo cangiante e multiplo ha attivato la collaborazione con l’artista multidisciplinare Caned Icoda che ha disegnato e realizzato con i tessuti Bonotto i vestimenti dei danzatori, attraverso un singolare processo basato sull’artigianalità ad personam. La danza di PRÉLUDE come metabolismo concreto tra gli oggetti del fuori e le intensità del dentro, aderisce ogni volta, in modo unico e originale, allo spazio che la accoglie e, di conseguenza, ristabilisce le sue coordinate coreografiche, la durata dell'apparizione e il tono affettivo della condivisione con il pubblico, creando nuove appartenenze e una nuova idea di ospitalità.

    INFO E BIGLIETTI

    Vendita dei singoli biglietti a tutti gli spettacoli della Stagione Teatrale 2017/18 di Ancona presso la biglietteria del Teatro delle Muse (aperta dal martedì al sabato dalle 9.30 alle 13.30 e nei pomeriggi di giovedì e venerdì dalle 16.30 alle 19.30). I biglietti di tutti gli appuntamenti del cartellone di prosa in abbonamento sono in vendita anche on line su www.geticket.it da giovedì 28 settembre.