giovedì 30 maggio 2019
ELAGABALUS
Crisalidi | Osimo
  • Osimo Loop live club
    Mappa
  • 22:30
  • 071 2072439
  • Musica
  • Crisalidi (emergenze in atti) è una rassegna curata da AMAT, Loop Live Club e Collettivo Onar. Il 30 maggio esordirà il primo studio di Elagabalus (da Antonin Artaud, attraverso Aby Warburg e Fernand Deligny) a cura di Navegasiòn.

    Elagabalus non parla. Elagabalus si crea una “rete” per uscire dal “campo”. Elagabalus fa la sua passeggiata tra onde pietrificate, lasciando però il dominio della materia fissa. Elagabalus potrebbe essere Zagreo, i cui pezzi cospirano a non ricomporsi. Lysios, ma per cui i nodi si sciolgono da soli. Un tempo lussato, un punto di indecidibilità, un dio per ogni specie di pianta, un sismografo «fabbricato a partire da un albero trapianto dall’’oriente», il congegno e l’emblema di tutto quanto trabocca: «e le pietre / erano là anche loro / e il sedercisi sopra / rompere le noci /farne dei muri / non le esaurisce / ecco che ne sprizzano scintille». Elagabalus non cessa di fare dei nomi degli effetti di rivolgimento, di distribuire forme, di venir meno alla volontà e alla necessità. Elagabalus dondola, squadra, scontorna, dis-segna, gira le ruote lulliane, triangola i semi e i mestrui, e scompiglia così le scapole del mondo. Elagabalus eleva la culla ad armatura acrobatica per un congedo dall’organismo. Elagabalus è un bimbo che traccia la sua agitazione genitale, e che fa dell’intelligenza un tremolio di oggetti: cipria, turibolo, coltello, pietra viva e smalto, poiché «tutto si congiunge e si separa», come nel sogno di Zosimo di Panopoli. Elagabalus è la sopravvivenza della machina magica, idea abbrumata ma pur sempre idea del theathro come attivazione dei reticoli e trascolorazione dei temperamenti (melancolico, collerico, flemmatico, sanguigno). Elagabalus è, infine, un tentativo di affermare l’agire sul fare, un dispositivo rotante, il contorno d’erranza, la liquidazione del personaggio (muore nelle fogne), il continuo ricordare (come già scrisse Emilio Villa) «di transesserci di traverso», a spartiacque. In dedica a Mario Mieli.

    INFO E BIGLIETTI
    Posto unico non numerato 5 €
    AMAT 071 2072439 www.amatmarche.net

    La serata prevede un aperitivo, con ingresso gratuito, dalle 20.00 alle 21.00.

    Apertura cassa ore 21.00. Apertura porte ore 22.00. Inizio spettacolo ore 22.30.