mercoledì 21 marzo 2018
LA MORTE E LA FANCIULLA ***RINVIATO***
TEATROLTRE | URBINO | TEATRO SANZIO
  • Urbino Teatro Sanzio
    Mappa
  • 21:00
  • 071 2072439 - 0722 2281- 0722 309602
  • Teatro
  • A CAUSA DELLE AVVERSE CONDIZIONI METEOROLOGICH, LO SPETTACOLO DI DANZA " LA MORTE E LA FANCIULLA" DELLA COMPAGNIA ABBONDANZA BERTONI, PREVISTO PER STASERA 21/03 AL TEATRO SANZIO DI URBINO NELL'AMBITO DI TEATROLTRE 2018,E' STATO POSTICIPATO IN DATA DA DEFINIRE. LA NUOVA DATA SARA' COMUNICATA APPENA POSSIBILE.

    LA MORTE E LA FANCIULLA

    COMPAGNIA ABBONDANZA BERTONI

    presenza di scene di nudo integrale

    regia e coreografia Michele Abbondanza e Antonella Bertoni

    con Eleonora Chiocchini, Valentina Dal Mas, Claudia Rossi Valli

    musiche Franz Schubert La morte e la fanciulla titolo originale Der Tod und das Mädchen

    luci Andrea Gentili

    video Jump Cut

    produzione Compagnia Abbondanza/Bertoni

    con il sostegno di MiBACT Direzione Generale per lo Spettacolo dal Vivo Provincia Autonoma di Trento – Servizio Attività Culturali Comune di Rovereto - Assessorato alla Cultura, Fondazione Cassa di Risparmio di Trento e Rovereto

    In scena tre differenti "capolavori". Uno musicale: il quartetto in re minore La morte e la fanciulla di Franz Schubert. Uno fisico: l'essere umano nell'eccellenza delle sue dinamiche. Uno spirituale-filosofico: il mistero della fine e il suo continuo sguardo su di noi. Il nostro pensiero torna a posarsi sull’umano e ciò che lo definisce: la vita e la morte; l’inizio e la fine sono i miracoli della nostra esistenza, così come l'impermanenza dell’essere con le sue forme continuamente mutanti. Questo transitare da una forma all'altra, ha a che fare con l'arte coreutica: portatrice di un tale compito, è essa stessa un balenare di immagini che appaiono e scompaiono continuamente; per questo abbiamo indugiato proprio su quell'aspetto che potremmo definire "crepuscolare" della danza, colta, nelle nostre intenzioni, proprio nel suo attimo impermanente e transitorio. Un esempio di scrittura musicale che aspira all’infinito e accompagna l’ascoltatore oltre un’idea razionale, verso l’ignoto e il trascendente. Abbiamo cercato di capire, di aprire, come chirurghi, il corpo di questa scrittura per scrutarne i vuoti, gli spazi cavi e mai come questa volta comporre è assomigliato a un eterno precipitare, a un fuggire da ogni fine e da ogni senso.

    BIGLIETTI

    posto unico numerato 10 euro | 8 euro ridotto*

    *fino a 29 anni, oltre 65 anni, studenti, AMATo abbonato Card, soci Touring Club soci FAI, iscritti scuole danza, iscritti scuole musica e convenzionati vari.

    INFO BIGLIETTERIA

    biglietteria Teatro Sanzio 0722 2281 il giorno precedente lo spettacolo 11 - 13 e 16 - 20; il giorno di spettacolo dalle 16

    VENDITA ON-LINE www.vivaticket.it

    CALL CENTER 071 2133600

    AMAT

    071 2072439 / 2075880 | www.amatmarche.net

    Uffici Teatro URBINO

    Servizio Cultura e Turismo 0722 309602 / 309283 | www.urbinonews.it