sabato 17 marzo 2018
MOSAICI MUSICALI - ALFREDO LAVIANO
nell'ambito di Marche inVita - Lo spettacolo dal vivo per la rinascita dal sisma
  • Monte Vidon Corrado Casa Museo Osvaldo Licini
    Mappa
  • 15:30
  • Ingresso libero, prenotazione obbligatoria al 338.4321643
  • Musica
  • VISITA GUIDATA Casa Museo Osvaldo Licini

    Via Osvaldo Licini, 5 - MONTE VIDON CORRADO

    a seguire

    PERFORMANCE MUSICALE di

    ALFREDO LAVIANO (Percussioni)

    INGRESSO LIBERO

    PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA al 338.4321643

    "Mosaici Musicali" è un progetto realizzato nell'ambito di Marche inVita - Lo spettacolo dal vivo per la rinascita dal sisma.

    In concomitanza con l'anno europeo del patrimonio culturale, il progetto vuole essere un modo per coinvolgere il pubblico alla scoperta del proprio patrimonio culturale attraverso delle performance musicali nei musei del cratere sismico, precedute da una visita guidata.

    Le iniziative di Mosaici Musicali sono a INGRESSO GRATUITO e, per il numero limitato di posti, necessitano di prenotazione telefonica (cell. 338.4321643).

    "MOSAICI MUSICALI" è un progetto a cura di Eventi/TAM Tutta un'Altra Musica. Sostenuto dal MIBACT e REGIONE MARCHE, fa parte di "MARCHE INVITA. LO SPETTACOLO DAL VIVO PER LA RINASCITA DAL SISMA".

    In collaborazione con Marca Fermana, i Comuni di: Amandola, Belmonte, Comunanza, Macerata, Monte Vidon Corrado, Servigliano e gli ISC di Amandola, Comunanza, Macerata, Montegiorgio e Falerone.


    Casa Museo Osvaldo Licini. Aperta nel 2013, in essa sono conservati oggetti, abiti, arredi appartenuti all'artista e sua moglie. Il restauro ha conservato l'atmosfera di "laboratorio d'arte sperimentale", come definiva Licini stesso in una lettera a Marchiori la sua casa, lasciando intatto il vissuto artistico del luogo. L'edificio padronale settecentesco è strutturato su tre livelli: al primo la cantina, utilizzata da Licini per le riunioni politiche; al secondo livello vi è la zona giorno con un'ampia sala dove l'artista custodiva le sue opere. Accedendo al piano superiore sul soffitto si scorge la pittura murale realizzata da Licini agli inizi degli anni Quaranta, sui toni freddi dell'azzurro e del grigio. Al terzo piano si trova la zona notte e lo studio con i cavalletti, i colori, la scrivania ancora macchiata di colori. Da qui si aprono molte finestre sul paesaggio collinare, continua fonte d'ispirazione per l'artista.

    Alfredo Laviano è un artista completo e multiforme. Attratto dalla musica sin da bambino, dopo un approccio con gli strumenti tradizionali, trova la sua dimensione con gli strumenti a percussione conseguendone il diploma presso il Conservatorio di Fermo. Nella sua decennale carriera, ha fatto parte di numerose formazioni, spaziando dalla musica contemporanea al jazz, dalla musica etnica alla world music, dal teatro alla sonorizzazione di film. Ha effettuato tour in Italia e all’estero, registrato numerosi dischi e svolto attività didattica. La passione per la musica, la pittura e la gastronomia, lo hanno portato a tracciare nuovi e originali percorsi artistici fino a vestire i panni di "musicuoco" nel progetto Le pentole narranti in cui coniuga suoni e sapori.