SABATO 11 MAGGIO A OFFAGNA PER “KLANG FESTIVAL” MARTIN KOHLSTEDT IN CONCERTO

Martin_kohlstedt_foto_di_mike_zenari

Sabato 11 maggio prosegue KLANG altri suoni, altri spazi, rassegna musicale regionale nata con lo scopo di valorizzare esperienze musicali di qualità nazionali e internazionali che si contraddistinguono per un significativo tasso di sperimentazione e una forte autorialità, intrecciando a volte percorsi con altri festival e rassegne del territorio, giunta alla quarta edizione su iniziativa dell’AMAT, del Loop Live Club, con la Regione Marche, il MiBAC e i Comuni di Ascoli Piceno, Corridonia, Fano, Fermo, Montecarotto, Montemarciano, Offagna, Osimo, Pesaro, San Costanzo, San Ginesio e Urbino.

L’appuntamento è alla Chiesa del SS Sacramento di Offagna con Martin Kohlstedt, pianista, compositore prolifico e nome di punta della scena neoclassica tedesca di cui sono figli compositori come Nils Frahm e Hauschka, ampiamente apprezzato in patria dove riscuote numerosi successi soprattutto dal vivo, per l’energia e l’imprevedibilità dei suoi concerti che mescola musica classica ed elettronica. Il sound di Martin Kohlstedt da un lato riprende temi e atmosfere prese in prestito dalla musica classica, dall’altro li rielabora con uno stile diventato ormai marchio di fabbrica. Classe 1988, cresciuto fra le foreste della Turingia, dopo aver studiato alla scuola di musica di Leinefelde e alla Bauhaus-Universität di Weimar, Kohlstedt si è dedicato a una carriera di compositore e performer di musica neoclassica, arrivando anche in Italia per l’EXPO di Milano del 2015. Nella sua carriera ha composto musiche per installazioni, videogame e film. Martin Kohlstedt ha lasciato il segno con due album notevoli chiamati Tag (Day) e Nacht (Night) fino all’ultimo Strom che in tedesco significa “flusso”, prodotto dall’etichetta Edition Kohlstedt e distribuito per la prima volta in tutto il mondo da Rough Trade. La sua musica unisce il pianoforte classico al Fender Rhodes, oltre a avventure e ritmi elettronici. Anche nei suoi concerti Martin Kohlstedt ha ampliato il set del palco con sintetizzatori e tastiere, con l’intento di sperimentare e ricercare nuove soluzioni. Le radici musicali di pianista, fondate sulla musica classica, si confrontano con il futuro, e questi due elementi si fondono in una sorta di equilibrio “dark” di grande fascino e raffinatezza.

Per informazioni e biglietti (posto unico numerato 10 euro, ridotto 8 euro) AMAT 071 2072439 e biglietterie del circuito (info su www.amatmarche.net), on line su www.vivaticket.it, call center 071 2133600 e la sera del concerto dalle ore 21 (331 8608346) all’inizio previsto alle ore 22.

comments powered by Disqus