Bando Eureka: il Consorzio accoglie un dottorando con borsa per la ricerca"L’audience development per il turismo culturale e la valorizzazione delle aree interne" - APERTURA CANDIDATURE

Teatro_carlo_goldoni__corinaldo__soffitto

Sono aperte le candidature per il bando Eureka, che assegna una borsa di studio cofinanziata da Consorzio Marche Spettacolo Ancona; Regione Marche; Università di Urbino, per il progetto di ricerca L’audience development per il turismo culturale e la valorizzazione delle aree interne. Studio di una strategia di sviluppo per i piccoli teatri delle Marche.


Il bando assegnerà n.1 borsa di studio all'interno del Dipartimento di Scienze della Comunicazione, Studi Umanistici e Internazionali: Storia, Culture, Lingue, Letterature, Arti, Media (DISCUI) dell'Università di Urbino, avrà durata di tre anni e sarà coordinato dal prof. Giovanni Boccia Altieri con la referente di progetto prof.ssa Laura Gemini.


Sintesi del progetto di ricerca

La ricerca mira a progettare e implementare azioni di riqualificazione delle aeree interne attraverso una strategia di sviluppo del turismo culturale basate sul rilancio dei piccoli teatri delle Marche. Il programma di ricerca del dottorato e il lavoro presso il Consorzio Marche Spettacolo saranno quindi orientati in maniera organica alla creazione e al monitoraggio di interventi di audience development volti ad incrementare, fidelizzare e formare i pubblici di turisti e di locali dei teatri delle aree interne. Obiettivo centrale è quindi lo studio di un percorso di valorizzazione dei teatri storici, con un particolare riguardo per quelli dei piccoli comuni delle aree del cratere sismico, che possa connettere sinergicamente 1) l’aumento di attrattività turistica dei territori, 2) la riqualificazione architettonica e urbanistica, 3) i processi di rigenerazione della comunità locale, 4) il potenziamento del brand territoriale delle aree interne attraverso il consolidamento del rapporto fra turismo culturale e spettacolo dal vivo.


Informazioni e link utili

[foto di Accurimbono]

comments powered by Disqus