Rest>art, la grande musica non conosce distanze

Unnamed

È noto che la stagione sinfonica della FORM si è dovuta interrompere, come quelle di tutte le orchestre italiane, a causa del drammatico evolversi dell’emergenza sanitaria che ha travolto il Paese.

Come avete potuto constatare dalle nostre ultime comunicazioni sul sito, abbiamo avviato nel frattempo le operazioni per gestire, in base alle disposizioni di legge, i singoli biglietti per i concerti non effettuati e attualmente stiamo valutando diverse soluzioni alla questione particolare che riguarda gli abbonati nella speranza di riprogrammare, ove possibile, i concerti sospesi. Vi chiediamo comprensione e pazienza.

In questo periodo abbiamo pensato che fosse giusto osservare un rispettoso silenzio. Ma ora è tempo di ripartire perché questo silenzio non interrompa il dialogo che in tanti anni di intensa attività abbiamo stabilito tra di noi. Non sappiamo quando e come potremo tornare a suonare nei bellissimi teatri della nostra regione. Tuttavia, non vogliamo e non possiamo rinunciare a fare musica: perché è la nostra passione e la nostra professione; ma anche perché, specie in questo tempo, “la musica aiuta a non sentire dentro il silenzio che c’è fuori” (Bach).

Ecco allora che la FORM, “Colonna sonora delle Marche”, compie un primo passo verso la ripartenza e dal teatro si trasferisce momentaneamente sul web avviando una serie di iniziative da diffondere online attraverso il sito internet, www.filarmonicamarchigiana.com, i nostri social network, Facebook e Instagram, le newsletter.

Partiremo giovedì 23 aprile alle ore 18.30 con la rubrica FORM-Café: incontri e racconti di musica e musicisti, un appuntamento settimanale di 20 minuti che verrà trasmesso in diretta sulla pagina Facebook della FORM.

Tutto questo nella prospettiva di un graduale recupero, in totale sicurezza, degli spazi più congeniali alla musica dal vivo: dai luoghi aperti ai teatri e alle sale da concerto. Si tratterà di riformulare, integrandola con i mezzi di comunicazione e di fruizione a distanza che ci offre la tecnologia, una complessa attività musicale basata sul contatto live con il pubblico nello sforzo di mantenere viva, trasformandola, quella “sound experience” su cui abbiamo fondato le nostre ultime stagioni sinfoniche, specie quella presente avviata con tanto entusiasmo all’inizio dell’anno attraverso un’innovativa campagna promozionale.

Un grande lavoro, nuovo e tutto da costruire, che vogliamo però tentare di mettere in campo, con il vostro sostegno e i vostri consigli, traendo forza da una celebre frase di Beethoven cui abbiamo dedicato la stagione nel 250° anniversario della nascita: “Catturerò il destino afferrandolo per il collo. Non mi dominerà”.

comments powered by Disqus