PROVE GENERALI DI SOLITUDINE

Prove-generali-di-solitudine_illustrazione-di-federico-bassi-img_1257

«In questo momento di grande difficoltà, in cui riesce difficile definire quali saranno le prospettive del teatro, i suoi tempi di riapertura e le nuove modalità di partecipazione agli spettacoli, Carrozzeria Orfeo vuole impegnarsi in una nuova sfida per intercettare il maggior numero di sensibilità possibili e coinvolgerle all’interno di un percorso virtuoso che possa indagare creativamente le disfunzioni del presente con lucidità critica, fantasia e ironia. Ci siamo interrogati a lungo sulla possibilità di mantenere vivo un contatto con il nostro pubblico, con i colleghi, gli operatori del settore e, più in generale, con la cittadinanza in un momento in cui il linguaggio attraverso il quale ci siamo sempre espressi, il teatro, è impossibile da praticare. Contestualmente, non volevamo e non vogliamo incorrere nel pericolo di affidarci totalmente al caotico mondo della rete, ormai già saturo di spettacoli on line, dirette social e progetti spesso improvvisati che, a volte, più che aiutarci a trovare una rotta contribuiscono a far impazzire la bussola».

Da questa premessa, e per contribuire attivamente all’emergenza che il mondo della cultura si trova oggi ad affrontare, nasce Prove generali di solitudine un Concorso di scrittura teatrale aperto a tutti, anche ai non professionisti, senza distinzioni di età e professioni, ideato e promosso da Carrozzeria Orfeo, con il sostegno di Fondazione Cariplo, Marche Teatro, Teatro dell’Elfo, Teatro Bellini di Napoli, Teatro Nazionale di Genova e in collaborazione con PAC Paneacquaculture.net.

Un Concorso di scrittura teatrale atipico dalla durata di due mesi (maggio/luglio) e composto da quattro diverse fasi autonome con cadenza bisettimanale a partire da mercoledì 13 maggio (secondo il calendario incluso nel Regolamento).

Ogni due settimane, Carrozzeria Orfeo proporrà ai partecipanti una parola chiave inerente all’emergenza sanitaria che stiamo vivendo e sulla quale gli autori dovranno scrivere. Gli stimoli non mancano. Contagio, Solitudine, Complottismo, Eroi, Pandemia, Vaccino, Reclusione, Prigionia, Ordine mondiale, Andràtuttobene, Balcone: sono solo alcune delle parole che negli ultimi mesi hanno creato una sorta di nuova “cosmologia” delle nostre vite, entrando forzatamente nella nostra testa e “colonizzando” il nostro cervello che sembra non riuscire a pensare più ad altro.

Prove generali di solitudine vuole dar voce a tutti quei “semireclusi” che intendono raccogliere la sfida di trasformare queste parole/slogan in arte e pensiero critico.

L’obiettivo primario è quello di trasformare le innumerevoli esperienze soggettive prodotte dal cosiddetto lockdown, in materiale artistico condivisibile, stimolare la comunità all’approfondimento individuale e contrastare le potenziali derive superficiali alle quali la comunicazione moderna spesso ci espone.

Ogni parola chiave sarà accompagnata da uno stimolo drammaturgico (un breve brano, una poesia o una riflessione) selezionato dal drammaturgo della compagnia Gabriele Di Luca; da uno stimolo musicale originale composto da Massimiliano Setti e da uno stimolo grafico proposto dall’illustratore Federico Bassi, come ulteriori spunti iniziali ai quali “aggrapparsi” per indagare al meglio il tema/parola proposto.

Una volta ricevuto il materiale, gli autori avranno una settimana di tempo per inviare un monologo di massimo quattro pagine ispirandosi alla forma della stand-up comedy che durante la settimana successiva sarà valutato da una Giuria interna formata dagli attori e dai collaboratori di Carrozzeria Orfeo (Angela Ciaburri, Beatrice Schiros, Aleph Viola, Paolo Li Volsi, Alessandro Federico, Francesca Turrini, Gabriele Di Luca, Massimiliano Setti, Raffaella Ilari, Natascia Sollecito Mascetti) e presieduta di volta in volta da una personalità del mondo dello spettacolo: Luca Zingaretti, Vinicio Marchioni, Paola Minaccioni, Lino Guanciale.

Ogni due settimane sarà decretata una terzina di vincitori che riceverà un Premio in denaro. Al termine ai dodici finalisti, compatibilmente con i prossimi decreti ministeriali, sarà chiesto di sviluppare ulteriormente i propri testi in vista di una futura messa in scena.

I testi vincitori di ciascuna fase saranno pubblicati sulla rivista online PAC Paneacquaculture.net.

www.carrozzeriaorfeo.it/prove-generali

comments powered by Disqus