Bando Visioni d’insieme: portare la poesia nelle strade

Teatro-nucleo_visioni-dinsieme_ph.-marco-caselli-nirmal-324x160

Teatro Nucleo apre fino al 10 luglio 2020 un bando di selezione per la residenza di creazione artistica Visioni d’insieme: portare la poesia nelle strade presso il Teatro Julio Cortàzar (via della Ricostruzione 40, Pontelagoscuro, Ferrara).
Il bando di selezione è dedicato ai nuovi linguaggi per la ricerca sul teatro negli spazi aperti e si pone all’interno de Le magnifiche Utopie, il nome dato da Teatro Nucleo alla propria progettualità legata al teatro negli spazi aperti a partire dagli anni ’80, che si basa sull’idea di una riscoperta degli spazi urbani come luogo della centralità della vita sociale e sulla necessità di un teatro che “sceglie” gli spazi aperti come luogo scenico.

Sono ammessi linguaggi interdisciplinari (performance, teatro, danza, nuove tecnologie, musica, progetti di esplorazione urbana, installazioni, etc…), capaci di reinventare gli spazi attraversati, e format partecipativi che prevedano il coinvolgimento della comunità locale e/o specifici gruppi sociali.

Gli esiti saranno parte della programmazione del Festival Totem Scene Urbane, organizzato da Teatro Nucleo, che si svolgerà a Ferrara dal 18 al 20 settembre 2020. Il progetto selezionato sarà inoltre presentato nell’ambito del convegno internazionale Le magnifiche utopie 2020 sul teatro negli spazi aperti, sempre a cura di Teatro Nucleo.

Il progetto è parte di Cose Nuove – Progetto di Residenze Artistiche 2020, con il contributo di MiBACT, Regione Emilia Romagna Assessorato alla Cultura, Comune di Ferrara.

DESTINATARI

Le selezioni sono aperte a artisti/artiste under 35 o artisti/e emergenti (in questo caso, indicare Premi, partecipazioni a Festival di rilievo nazionale etc…) come da esigenze Ministerialistrutturati in una qualsiasi forma giuridica che consenta loro di emettere agibilità e di adempiere alle pratiche amministrativo-burocratiche necessarie per realizzare una replica dello spettacolo.

OBBIETTIVO

Il bando Visioni d’insieme ha lo scopo di incentivare nuove idee e visioni sul teatro in urbano, in un’ottica di perseguimento di una specificità drammaturgica, attoriale, scenografica dato che , come dice Horacio Czertok, co-fondatore di Teatro Nucleo, «nessun’Accademia o Scuola di teatro prepara attori in grado di affrontare i problemi che presenta lo spettacolo negli spazi aperti».

MOVENTI

Come ci ricorda Stefano Rodotà «Il Teatro è la Polis». La nostra società, quella che oggi viviamo e pensiamo, si è nutrita per millenni del teatro e dell’arte, è cresciuta dialetticamente e moralmente negli anfiteatri e nelle piazze grazie alla tragedia greca, alla satira latina, irrorata dalla vitalità erotica dei solchi lasciati dalla commedia dell’arte. E lo ha fatto nei luoghi pubblici, negli spazi “aperti”, nel matrimonio di intelligenze e emozioni generate dal hic et nunc.

Scegliere la strada come spazio teatrale vuol dire ritrovare la situazione di parità tra bisogno per l’attore e bisogno per lo spettatore. Se l’analisi e l’esperienza antropologica insegnano che il bisogno di teatro esiste latente negli spettatori potenziali, e l’esperienza artistica dimostra che è possibile fare dell’ottimo teatro fuori, è urgente che gli artisti si pongano il problema. Andare nelle piazze, dunque. E in tutti i luoghi possibili dove il teatro è necessario: alla riscoperta degli spazi urbani come luogo della centralità della vita sociale, o dove l’assenza di socialità echeggia e ridisegna gli spazi e le distanze, spazi che esigono dall’atto performativo la capacità di comprenderli, di ripensarli e agire su di essi .

«L’oggetto è l’alterazione dello spazio vissuto quotidiano attraverso l’estraneità dello spazio di rappresentazione e le sue modalità di essere agito; e il valore che fonda fiancheggia e rinnova la storia dello spazio teatrale è nel fatto che quello del teatro di strada è essenzialmente uno spazio di relazione» (Fabrizio Cruciani).

TEMPI e LUOGHI

Le proposte per residenza di creazione artistica vanno inviate entro il 10 luglio 2020 e l’esito delle selezioni sarà comunicato ai soli 3 progetti finalisti entro il 30 luglio 2020.
La residenza presso il Teatro Julio Cortàzar (via della Ricostruzione 40, Pontelagoscuro, Ferrara) e negli spazi urbani limitrofi avrà una durata di 15 giorni anche non consecutivi tra il 1 e il 20 settembre 2020. Il primo studio sarà ospitato all’interno della programmazione del Festival Totem Scene Urbane che avrà luogo a Ferrara dal 18 al 20 settembre 2020. Il montaggio definitivo andrà in scena a Totem Scene Urbane nel settembre 2021.

REGOLAMENTO

La commissione artistica di Teatro Nucleo selezionerà 3 progetti finalisti da cui individuerà il progetto vincitore, prodotti da Compagnie o da artisti professionisti under 35 e/o emergenti residenti in Italia. I progetti dovranno essere in fase di studio o allestimento. Verranno privilegiati allestimenti essenziali ed adattabili.

Ai 3 finalisti verrà chiesto di inviare entro il 30 luglio un progetto più dettagliato ed effettuare un video colloquio con i referenti della Giuria di selezione.

Si richiede di presentare, oltre alla scheda di partecipazione e relativi allegati, un progetto di max 4000 battute, link a video di precedenti creazioni di teatro e interdisciplinari per gli spazi aperti/pubblici/alternativi all’indirizzo totemsceneurbane@gmail.com entro e non oltre il 10 luglio 2020 con oggetto “Candidatura per Visioni d’insieme”.

REQUISITI DI PARTECIPAZIONE

Sono ammessi linguaggi interdisciplinari (performance, teatro, danza, nuove tecnologie, musica, progetti di esplorazione urbana, installazioni, etc.), capaci di reinventare gli spazi attraversati, e format partecipativi che prevedano il coinvolgimento della comunità locale e/o specifici gruppi sociali.

Il progetto presentato dovrà essere in fase di studio o di allestimento.

Il progetto dovrà inoltre tenere conto delle disposizioni attuative del decreto-legge 25 marzo 2020, n. 19, recante misure urgenti per fronteggiare l’emergenza epidemiologica da COVID-19, e del decreto-legge 16 maggio 2020, n. 33, recante ulteriori misure urgenti per fronteggiare l’emergenza epidemiologica da COVID-19.

Le selezioni sono aperte a tutti i cittadini e cittadine italiane, comunitari ed extracomunitari in possesso di idonei documenti identificativi.

Sono escluse le compagnie amatoriali, le compagnie riconosciute e sostenute dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali, i soggetti titolari di Residenza Artistica.

SELEZIONI

I candidati/le candidate dovranno inviare il modulo di partecipazione compilato e il progetto entro la data del 10 LUGLIO 2020 via mail all’indirizzo totemsceneurbane@gmail.com con oggetto “Candidatura per Visioni d’Insieme”. NON INVIARE ALLEGATI ULTERIORI RISPETTO A QUELLI ESPLICITAMENTE RICHIESTI.

COSA METTE A DISPOSIZIONE LA RESIDENZA

Al progetto selezionato verrà offerto:

  • un periodo di 15 giorni di residenza artistica
  • il tutoring da parte dello staff tecnico e artistico di Teatro Nucleo
  • disponibilità delle strutture (teatro, sala prove) comprensive del materiale tecnico a disposizione e in uso
  • il supporto alla comunicazione: promozione e divulgazione dell’evento sul sito della struttura ospitante e altri organi di stampa e network specializzati
  • eventuale materiale video e/o fotografico realizzato durante le fasi del progetto con diritto di utilizzo gratuito
  • un contributo economico complessivo di € 5000,00, al lordo di trattenute fiscali e previdenziali e onnicomprensivo di cachet, necessità tecniche specifiche, trasporti e viaggi, vitto e alloggio , per la presentazione di una o più repliche dello studio nell’ambito di Totem Scene Urbane. Una prima tranche di € 1000 verrà conferita all’avvio del progetto, al lordo di trattenute fiscali e previdenziali.

RICHIESTE

All’artista selezionato dal bando sarà richiesto obbligatoriamente di inserire nei crediti dell’opera/spettacolo prodotto successivamente alla permanenza in Residenza, la dicitura: “Opera realizzata con il sostegno della Residenza Multidisciplinare Cose Nuove di Teatro Nucleo 2020 in attuazione dell’Intesa triennale MIBACT Regione Emilia Romagna in attuazione dell’art. 43 “Residenze” del D.M. 27 luglio 2017, relativa alle Residenze artistiche per il triennio 2018-2020”.

NOTA BENE

I progetti saranno selezionati dalla Direzione Artistica del Teatro Nucleo. La Direzione Artistica si riserva il diritto inappellabile della scelta dei progetti. Con la sottoscrizione e l’invio del modulo di partecipazione i partecipanti accettano le presenti condizioni offerte e si impegnano ad osservare quanto qui indicato.

Per il bando di selezione, clicca qui
Per la Scheda di partecipazione, clicca qui

Ulteriori informazioni qui

Fonte: teatro e critica

comments powered by Disqus