Tact Festival 2020, bando di concorso

Cover_essenziale-324x160

Il Tact Festival di Trieste si reinventa e indice un concorso per artisti da tutta Italia: i selezionati si esibiranno alla serata finale del 4 settembre 2020 e riceveranno un premio di 1000,00 €.

“Se le stelle, anziché brillare continuamente sopra le nostre teste, fossero visibili solo da un particolare luogo del pianeta, tutti vorrebbero andarci per assistere allo spettacolo.”
– Margherita Hack.

Il Tact Festival 2020 arriva alla 7° edizione, promosso dal CUT – Centro Universitario Teatrale di Trieste – grazie al contributo di Science in the City Festival, della Regione FVG e di Giovani FVG.

Un’edizione pensata per essere speciale, diversa da tutte le altre: l’edizione di quest’anno è infatti parte del programma di Science in the City Festival di ESOF2020 Trieste (EuroScience Open Forum) la più grande manifestazione paneuropea dedicata alla scienza e alla tecnologia.

Per questo motivo il Tact quest’anno abbraccia il tema scientifico.

Per rispondere alla situazione causata dalla pandemia però, Science in the City Festival (che proporrà eventi di arte&scienza dedicati a pubblici di ogni età) sarà meno concentrato nel tempo e nello spazio e offrirà i suoi appuntamenti da luglio a settembre, non solo a Trieste ma in diversi luoghi del Friuli Venezia Giulia e in virtuale (www.scienceinthecity2020.eu).

Paola Rodari, Programme Manager di Science in the City Festival afferma: “Da subito ci siamo convinti che il Festival TACT era in perfetta sintonia con ESOF2020 Trieste. Lo Euroscience Open Forum è nato per favorire l’incontro tra scienziati, imprenditori, amministratori pubblici, comunicatori della scienza e cittadini tutti, per costruire nel dialogo un futuro sostenibile; il Festival allarga questo dialogo agli artisti, che offrono punti di vista critici e visioni originali per interpretare la scienza e in generale il mondo. Il Festival TACT, internazionale, interdisciplinare e giovane è una componente preziosa del nostro programma”.

Il Tact Festival era infatti pronto ad ospitare, dal 5 all’11 luglio 2020, dieci giovani compagnie di teatro per una settimana di spettacoli teatrali all’aperto in Piazza Verdi e al Civico Museo Sartorio, laboratori, conferenze e concerti.

Ad aprire il Festival doveva essere l’Art Pride, una parata per le vie cittadine per festeggiare l’orgoglio di essere Artisti. E poi per una settimana ci sarebbero stati ogni giorno i workshop il pomeriggio, due spettacoli ogni sera in lingua originale con sovratitoli in italiano e inglese, e i concerti la sera all’ostello scout Alpe Adria di Prosecco, in collaborazione con l’etichetta triestina MOLD Records.

In seguito alle restrizioni dovute all’emergenza COVID però, gli organizzatori hanno riadattato il Festival, rinunciando alla rassegna internazionale ma mantenendo il tema scientifico, lo spirito di internazionalità e al tempo stesso investendo negli Artisti in questo momento di difficoltà: la più grande novità infatti è che nella serata conclusiva del Festival, il 4 settembre 2020 al teatrino Franco e Franca Basaglia di San Giovanni a Trieste, si esibiranno tre artisti singoli selezionati tramite una Call for Artist che prevede un premio di 1000,00 € per i vincitori.

Il tema della Call for Artists, e della serata finale, è “L’essenziale è invisibile agli occhi”, tema che si interroga su come l’uomo si rapporta con l’immensamente grande (il macro) e l’immensamente piccolo (il micro).
La Call for Artists è rivolta ad artisti singoli in conformità con le normative di contenimento previste dall’emergenza sanitaria Covid-19. Il bando con tutti i dettagli è reperibile sul sito del Tact Festival e la scadenza per inviare la propria candidatura è il 20 agosto.

Per non perdere il respiro internazionale del Festival, i gruppi dall’estero che erano stati precedentemente selezionati manderanno un contributo video sempre seguendo il tema “L’essenziale è invisibile agli occhi”.
I contributi video arricchiranno l’evento finale, proiettati dopo le esibizioni dei tre artisti selezionati tramite bando.

La grande mostra del TACT&ART curata da Giovanni Spano e l’associazione Day Dreaming Project si terrà dal 31 agosto al 21 settembre e seguirà il tema della pandemia: il titolo è infatti “MEMORIE DAL SOTTOSUOLO – cronaca dalla pandemia”.
Nella sala espositiva Xenia, della Comunità Greco Orientale, verranno esposte le opere di 40 artisti provenienti dalla scena triestina e dal tutto il territorio nazionale. Nella sala verranno proiettati anche dei video di presentazione delle compagnie che sarebbero dovute venire a Trieste, in lingua originale con sottotitoli in inglese.

Per qualsiasi informazione si può contattare il Tact Festival scrivendo un’e-mail a tactfestival@cutrieste.com o in alternativa si può visitare il sito tactfestival.org e il sito di Esof, esof.eu


ESOF– EuroScience Open Forum – è la più grande manifestazione paneuropea dedicata alla scienza e alla tecnologia, e si terrà a Trieste con il motto “Freedom for Science, Science for Freedom”. Il forum richiama scienziati, imprenditori, amministratori pubblici e membri dei governi centrali e locali, offrendo il migliore contesto per una discussione aperta sul futuro della ricerca, dell’ambiente e della società (https://www.esof.eu/en/).
Accanto al forum si svolgerà il Science in the City Festival, che proporrà eventi di arte&scienza dedicati a pubblici di ogni età. Per rispondere alla situazione causata dalla pandemia, il festival sarà meno concentrato nel tempo e nello spazio e offrirà i suoi appuntamenti da luglio a settembre, non solo a Trieste ma in diversi luoghi del Friuli Venezia Giulia e in virtuale (www.scienceinthecity2020.eu).

Il TACT (TriesteACT) è il primo Festival di teatro Internazionale under 35 della città di Trieste e della regione autonoma Friuli-Venezia Giulia. Le edizioni passate si sono tenute presso il Teatro Stabile Sloveno a Trieste, e speriamo di poter ritornare l’anno prossimo a vivere i suoi spazi riempiendoli di Arte.

Nelle passate edizioni, e speriamo anche nelle future, il Tact è un Festival di scambio, un autentico baratto artistico, senza premi e senza una classifica. Al TACT convivono compagnie internazionali professioniste, scuole di teatro e gruppi giovanili selezionati sulla base delle proposte artistiche ricevute. Essendo gli spettacoli tutti in lingua originale, è previsto un servizio di sovratitolaggio in lingua inglese e italiana per tutti gli spettacoli. L’organizzazione del Festival offre ad ogni gruppo selezionato: vitto, alloggio, un compenso in base alla categoria di partecipazione, e la partecipazione a un workshop.

Il Festival infatti comprende 5 workshop teatrali che si tengono in contemporanea, ogni pomeriggio.

Il CUT (Centro Universitario Teatrale) di Trieste, è un’associazione culturale studentesca nata nel 1987 che propone corsi, laboratori e workshop con artisti professionisti italiani ed internazionali.

Le attività offerte, rivolte a tutti i giovani universitari e non, nascono nelle strutture dell’ateneo triestino per diffondersi spesso in modo capillare ai differenti luoghi e contesti sociali della città.

Lo scopo dell’associazione è creare uno “spazio” per vivere il teatro attraverso la sperimentazione dei suoi linguaggi, in una visione contemporanea che sia aperta anche alla discussione e al confronto, e quindi ad un’aggregazione profonda e non banale. Il CUT permette a tutti di avvicinarsi alla comprensione e alla scoperta del teatro, con impegno, professionalità e divertimento.

Di seguito i nostri contatti:

e-mail tactfestival@cutrieste.com
sito: http://tactfestival.org/
Facebook: https://www.facebook.com/TriesteACT/
Instagram: http://www.instagram.com/triestetactfestival/
Youtube: https://www.youtube.com/playlist?list=PLkcO3_OCstS974fZRayGNn_Iti6Z-zElV

Fonte: Teatro e Critica

comments powered by Disqus