"TEORIA DELLA CLASSE DISAGIATA" AL CRASHTEST FESTIVAL - Sabato 4 settembre debutto veneto dello spettacolo al Teatro Super di Valdagno (VI)

Copertina_evento-settembre_2020

Teoria della classe disagiata approda al Nord, e andrà in scena sabato 4 settembre alle ore 22.00 presso il Teatro Super di Valdagno (VI) come parte della selezione di CrashTest. Giunto alla sua nona edizione, quest'anno il festival ha scelto come titolo UMANO 2.0, e ospiterà proposte capaci di mostrare un'umanità che sappia entrare di slancio nel cuore delle cose, azioni concrete, esperimenti di ripartenza, nuovi inizi, seconde chance.

A incarnare la drammaturgia di Sonia Antinori ci saranno Giacomo Lilliù, anche regista dello spettacolo, e Alberto Marcello, diplomando della scuola del Piccolo Teatro di Milano chiamato a sostituire in questa occasione Matteo Principi. Causa rispetto delle norme Covid è possibile partecipare alla data soltanto registrandosi e prenotando tramite questo form online. L'ingresso è gratuito.

Pubblicato nel 2017 da minimum fax e presto divenuto un saggio di culto, Teoria della classe disagiata di Raffaele Alberto Ventura descrive una generazione cresciuta con il dovere morale di inseguire passioni, prosciugare patrimoni familiari e primeggiare nella scalata sociale, mentre oggi il terreno sembra franarle sotto i piedi. Prodotto e realizzato da MALTE e Collettivo ØNAR grazie anche al successo di un crowdfunding che ha raccolto oltre 150 sostenitori, nel 2019 la Teoria del libro si è tradotta nella pratica del teatro. Due “rappresentanti di classe” conducono questo varietà tragico in cui si fanno portavoce delle mistificazioni, delle fragilità, delle meschinità di se stessi e dei loro simili, barcamenandosi fra il ridicolo e il macabro, squadernando un album di parabole letterarie e filosofiche, scambiandosi il ruolo di ragione e sentimento, vittima e carnefice, sacerdote e sacrificato; sono l’economista e il bovarista, il Todestrieb e il Lebenstrieb della classe disagiata, gli officianti del funerale di un’illusione collettiva.

Teoria della classe disagiata è già stato presentato, con la collaborazione di AMAT, sotto forma di studio preliminare in contesti di rilievo del circuito marchigiano (TeatrOltre, Utovie Festival, Bacajà), nonché con tre anteprime ospitate nella Sala Melpomene del Teatro delle Muse di Ancona da Marche Teatro, aggiuntosi da allora come co-produttore. Il progetto si avvale inoltre del supporto del Loop Live Club di Osimo (AN) e del sostegno della Regione Marche.

comments powered by Disqus