URBINO, SABATO 3 OTTOBRE AL TEATRO SANZIO GABRIELE COEN QUINTET IN “LEONARD BERNSTEIN TRIBUTE”

Gabriele_coen_quintet

Torna la musica dal vivo sabato 3 ottobre al Teatro Sanzio di Urbino con Gabriele Coen Quintet in Leonard Bernstein Tribute. Nel centenario della nascita di Leonard Bernstein, uno dei più grandi musicisti del Novecento, il quintetto di Gabriele Coen presenta un originalissimo omaggio al grande compositore, pianista, direttore d’orchestra e didatta nell’ambito di TeatrOltre su iniziativa di AMAT e Comune di Urbino con Regione Marche e MiBACT, con il rispetto di tutte le procedure di legge per il contenimento della diffusione del Covid previste dalla normativa vigente.

Dalle canzoni più note di West Side Story (1957), tra cui Maria, Tonight e Somewhere, fino alla produzione meno nota di ispirazione ebraica, Ilana the Dreamer, Yigdal e Chichester Psalms. Il rispetto e l’ammirazione per la musica di Leonard Bernstein si coniuga con il linguaggio dell’improvvisazione e del jazz in un incontro inedito che vuole far riscoprire la bellezza di queste immortali composizioni.

Il sassofonista, clarinettista e compositore romano, dopo due importanti dischi di ispirazione ebraica per la Tzadik, la prestigiosa etichetta discografica newyorchese fondata da John Zorn, si presenta alla testa di un quintetto d’eccezione. Al pianoforte Alessandro Gwis, membro fondatore del gruppo Aires Tango, ha da anni un importante trio a suo nome e ha collaborato con Paolo Fresu, Antonello Salis, Ralph Towner, Cuong Vu, Jorge Pardo, Paul McCandless, Enrico Rava, Dulce Pontes, Maria Pia de Vito, Roberto Gatto. Al violoncello Benny Penazzi, attivo sia nella libera improvvisazione jazzistica che nella musica classica e contemporanea, ha collaborato con A. Braxton, R. Fassi, E. Fioravanti, L. Jenkins, E. Rava, G. Schiaffini, R. Ottaviano, G. Mazzon, M. Schiano, M. Coen, D. Studer, J. Russel, R. Turner, P. Favre, T. Oxley. Dal 1987 è membro stabile dell'Orchestra Sinfonica dell'Accademia Nazionale di Santa Cecilia di Roma, formazione con cui ha avuto modo più volte di essere diretto da Leonard Bernstein in persona. Alla batteria Zeno De Rossi, uno dei musicisti più versatili del panorama musicale italiano, frequentatore assiduo della scena musicale newyorchese, collaboratore di personaggi del calibro di Vinicio Capossela, Enrico Rava, Franco D’Andrea, Francesco Bearzatti, Mauro Ottolini, Guano Padano. Al contrabbasso Danilo Gallo, uno dei musicisti italiani più richiesti nei contesti più disparati, presente in molte formazioni di grande impatto al fianco di Giovanni Falzone, Francesco Bearzatti, Enrico Rava, Mauro Ottolini, Guano Padano.

Gabriele Coen dalla metà degli anni Novanta è fondatore e leader dei Klezroym, ad oggi la più importante formazione italiana di musica klezmer con la quale è tra i massimi divulgatori in Europa della tradizione musicale popolare ebraica reinterpetata in chiave jazzistica. Figlio d’arte - suo padre Massimo Coen è stato al violino uno dei più importanti esecutori di musica contemporanea - si forma inoltre come interprete nel repertorio del sassofono contemporaneo con il quartetto d’archi I Solisti di Roma. Di recente Gabriele Coen ha attivato una stretta collaborazione con importanti nomi della scena jazz italiana (Zeno de Rossi, Danilo Gallo) e con il compositore e chitarrista Teho Teardo‬‬‬ e il cantante tedesco Blixa Bargeld‬‬‬ (‪Einsturzende Neubauten‬‬‬‬‬‬‬‬‬‬): all’uscita del nuovo disco Nerissimo (aprile 2016) segue in questi mesi una lunga tournée europea.

Informazioni e biglietti: Biglietteria Teatro Sanzio 0722 2281, il giorno precedente il concerto 1(1 - 13 e 16 – 20) e il giorno stesso dalle ore 16. Inizio concerto ore 21.

comments powered by Disqus