Community Lab - Un Progetto di Drammaturgia Comunitaria rivolto alle Giovani Generazioni

Community_jpeg_002

LUNEDÌ 5 OTTOBRE h 15.00 VIDEO - CALL informativa su “Community Lab” il laboratorio del progetto di drammaturgia comunitaria, ideato da Rovine Circolari, dedicato alle suggestioni del pensiero di Adriano Olivetti nel contemporaneo e rivolto alle giovani generazioni. Il laboratorio è gratuito.

La call è aperta a tutti gli interessati e non vincolante per la partecipazione al laboratorio.
Chi è interessato a sapere di più del progetto o a partecipare al laboratorio può inviare una mail a: r.circolari@gmail.com in modo da ricevere il link per il collegamento.
Il progetto Community Lab vuole creare una comunità giovanile con campi di studio e di interesse diversi che diventi protagonista di un processo drammaturgico per il teatro che nasca dal confronto con il territorio.
Giovani studiosi di varie discipline si confronteranno con l’originale visione economica e sociale di Adriano Olivetti incrociandola con il pensiero creativo e l’arte performativa e musicale.
Il laboratorio partirà nella seconda metà di ottobre con 8 incontri sia on line che in presenza.
Il progetto Community è vincitore di Refresh il bando del Consorzio Marche Spettacolo dedicato alle nuove generazioni ed è curato dall’Associazione Rovine Circolari di Osimo-Castelfidardo; si avvale della consulenza scientifica del Dott. Marco Nocchi ed è realizzato in Partnership con La casa di Asterione di Ascoli Piceno e Adriatico Mediterraneo-Ancona.
La responsabile del progetto per Rovine Circolari è Isabella Carloni (www.isabellacarloni.it)

INFO : r.circolari@gmail.com

REALIZZAZIONE
Il progetto sarà articolato in 8 incontri formativi in forma di laboratorio per un gruppo di di student* degli Atenei marchigiani di varie discipline di studio e di giovani interessati i quali da un lato avvicineranno l’attitudine creativa attraverso i linguaggi dell’arte performativa, dall’altro approfondiranno i contenuti del pensiero di Olivetti dal punto di vista delle loro singole competenze, usandoli come materiali di un training creativo e di un personale approccio alla vicenda Olivetti, con particolare attenzione a creare ponti con le proprie discipline di riferimento. I giovani studenti parteciperanno alla ideazione di un percorso performativo, diventando co-autori di una drammaturgia in sviluppo. Avranno l’opportunità di entrare nella bottega artigianale del teatro, di avvicinare i linguaggi dell’arte come un’ulteriore modalità di conoscenza e di portare all’interno delle proprie discipline uno stimolo creativo e un diverso approccio di ricerca anche in prospettiva di nuovi modelli di società per il futuro e di nuova cittadinanza.

comments powered by Disqus