CITOFONARE PIMOFF: Bando di residenze a sostegno della danza contemporanea e della performance

Citofonare_v4

Il bando di residenza Citofonare PimOff sostiene la ricerca coreografica e performativa italiana e internazionale.

PimOff si propone come collettore e cassa di risonanza di proposte artistiche inedite.

Nato come bando di residenza indirizzato a ogni settore delle arti sceniche, nel corso delle edizioni Citofonare PimOff si è focalizzato sulla danza e la performance, settori che nel contesto italiano risultano meno esplorati di altri.
Rimane tuttavia traccia della sua forma originaria, così come dell’attività eterogenea dell’associazione Pim Spazio Scenico; essa si riflette in una concezione ampia della danza e della performance, una prospettiva che considera l’ibridazione tra i saperi e le arti come risorsa indispensabile per restituire la complessità del nostro tempo.


Come partecipare al bando Citofonare PimOff

Il bando Citofonare PimOff è riservato ad artist* italian* e internazionali che, tramite la compilazione di un form online, presentano un progetto di danza contemporanea e performance in fase di studio e che non abbiano mai debuttato. PimOff mette a disposizione degli artisti selezionati un periodo di residenza per un massimo di 15 giorni, da marzo a giugno 2022, con uso della sala teatrale e della sua strumentazione, e un sostegno economico di 1000€. Tra le novità dell’edizione 21/22, anche l’introduzione di un budget-portafoglio del valore di 500€, da investire in consulenze professionali e attività di tutoraggio in supporto allo sviluppo del progetto e/o alla crescita professionale della compagnia/artista.

Fasi di selezione
Invio della candidatura: dal 15 marzo al 30 aprile 2021
Comunicazione della prima selezione: entro il 31 maggio 2021
Interviste conoscitive dei finalisti (in remoto): entro il 10 giugno 2021
Comunicazione finale dei risultati: entro il 15 giugno 2021

CALL APERTA!
Saranno accettate solo candidature inviate tramite form on-line.


LEGGI IL BANDO COMPLETO

ISCRIVITI

In collaborazione con Kelim Choreography Center – Bat Yam (Tel Aviv) e i corsi di “Foto Video e New Media” e “Tecnologia del suono” dell’Accademia Teatro alla Scala

fonte: pimoff.it

comments powered by Disqus