Torna il Teatro Ragazzi e di Figura sotto le stelle di Senigallia con la storica rassegna “Baracche e Burattini”

Zac_colpito_al_cuore-ok

Torna il Teatro Ragazzi e di Figura sotto le stelle di Senigallia con la storica rassegna “Baracche e Burattini” nell'ambito del 23^ Festival "Ambarabà", al via mercoledì 30 giugno nel Cortile della Scuola Pascoli con lo spettacolo "Hansel & Gretel" di ATGTP/Teatro alla Panna. A seguire: il 7 luglio “Mago per svago”, il 14 luglio "Valentina vuole", il 28 luglio "Buono come il lupo", il 4 agosto "Chiamatemi Pig Gi!", e l’11 agosto "Zac colpito al cuore"

Teatro per bambini e famiglie sotto le stelle di Senigallia con il 23^ Festival di Teatro Ragazzi e di figura Teatro di Figura “Ambarabà”, promosso dal Comune di Senigallia e con la direzione artistica e organizzazione dell’ATGTP Associazione Teatro Giovani Teatro Pirata in collaborazione con il Teatro alla Panna e Amat Associazione Marchigiana Attività nel quadro della storica rassegna “Baracche e Burattini”. Nell'ambito di un più vasto cartellone che quest'anno tocca ben 15 comuni delle Marche, con 32 spettacoli e numerosi eventi, la rassegna di Senigallia proporrà 6 spettacoli di compagnie scelte tra gruppi artistici del territorio e a livello nazionale, in scena presso il Cortile della Scuola Pascoli con inizio alle ore 21,30.


Ad aprire il cartellone sarà "Hansel & Gretel" di Atgtp/ Teatro alla Panna, in scena mercoledì 30 luglio. La storia è un classico per l'infanzia, una fiaba famosissima dai tanti risvolti misteriosi. Leggendo l’intreccio per portarla a teatro, fatto di abbandoni, fughe e terribili spaventi, ai due burattinai del Teatro alla Panna è venuta l'idea di affidare al piccolo pubblico un comodo telecomando per decidere come mandare avanti lo spettacolo. Il telecomando proietta Hansel e Gretel nella contemporaneità, anzi nell’attualità televisiva. E visto che ormai ci sono non potranno fare a meno di confrontarsi con quello che succede nel mondo!

"Baracche e Burattini" prosegue poi il 7 luglio con uno spettacolo tra circo e teatro, "Mago per svago" de L’Abile Teatro. Concepito come uno spettacolo muto, è in effetti tutt’altro che silenzioso. Mago per Svago si rivela al pubblico con ritmo e musiche trascinanti lungo tutta la storia. Racconta di un mago e del suo spettacolo, ma soprattutto, racconta di un assistente e del suo desiderio di conquistare la scena. La classica magia viene riproposta in una forma inedita: una parodia di se stessa. L'assistente e la sua volontà di ricalcare “il grande mago”, gli imprevisti, gli errori, fino a un epilogo che ribalta l'intera scena e commuove lo spettatore. In scena sono Simon Luca Barboni e Mirco Bruzzesi, che con Mago per Svago hanno vinto diversi premi, tra cui il Takimiri del Festival Clown&Clown.

Il 14 luglio la compagnia Progetto G.G. mette in scena "Valentina vuole", una piccola narrazione con attrici e pupazzi, con Consuelo Ghiretti e Francesca Grisenti. Lo spettacolo ha vinto il Premio Eyes Wide Open 2019 per la “migliore drammaturgia”. “Valentina vuole” è favola di desideri e sogni, vizi, capricci e regole, e del coraggio che i piccoli e i loro grandi devono avere per poter crescere. Una storia di gabbie che non servono a niente, di frulli di vento e di libertà. È la storia semplice di una bambina, che ha tutto, ma è sempre arrabbiata e urla, urla sempre, perché tutto vuole, sempre di più. Valentina Vuole. Forse le manca qualcosa. Ma cosa non sa. E i grandi? Sembrano non capire. A volte la cosa più importante è anche la più difficile da vedere e da trovare. E per farlo Valentina dovrà cercare nel mondo, perché è lì che bisogna andare per diventare grandi.

Il 28 luglio l'appuntamento è con "Buono come il lupo" di Giallomare Minimal Teatro, non uno spettacolo di teatro musicale, con una colonna sonora eseguita dal vivo da Tommaso Novi, in scena Tommaso Taddei e Simone Gasparri, regista Giovanni Guerrieri. È uno spettacolo giocoso, comico, pensato per stimolare l'immaginazione dei piccoli spettatori. Uno dei protagonisti è un lupo che si presenta sotto mentite spoglie, e sembra più innocuo di un agnello. L'altro è un professore di musica che usa le note del suo piano e dei suoi strumenti per guidare il lupo come una marionetta, facendolo danzare come uno strampalato ballerino e il comico dei clowns per divertire con fantasiose gag il pubblico. Una voce fuori campo incalza il lupo in incognito trascinandolo in luoghi e prove per indurlo a rivelare la sua vera identità, stimolando i suoi appetiti da favola, la sua feroce fame.

Il 4 agosto il Cortile della Scuola Pascoli accoglie "Chiamatemi Pig Gi" di Atgtp, con Candida Ventura, la regia di Lucia Palozzi e di Simone Guerro, scene di Ilaria Sebastianelli. È la storia di un giovane Re alla ricerca della libertà, che dopo la morte di suo padre, è costretto a prenderne il posto, ma la vita da sovrano non fa proprio per lui: troppi doveri, enormi responsabilità, pericoli in agguato… Così fugge inventando una nuova identità e un insolito nome: Pig Gi! In cerca di una casa e di una nuova famiglia, la troverà per caso in un circo. In scena l'attrice che narra con l'aiuto di oggetti e pupazzi, accompagnando gli spettatori in un viaggio al termine del quale sarà chiaro che la vera libertà è una conquista e che per crescere bene c'è bisogno di giusti limiti, di un buon aiuto e di dare a ogni cosa il suo tempo.

La rassegna di Senigallia chiude l'11 agosto con "Zac_colpito al cuore" di Atgtp / PaneDentiTeatro / Laborincolo Teatro, spettacolo vincitore del Premio Eolo Awards 2016, per la regia di Simone Guerro, e che vede in scena muppets a grandezza d'uomo e due bravissimi attori, Enrico De Meo e Marco Lucci. Vi si racconta la storia di Zac, scrittore d'avventura, allergico alle storie sdolcinate. Lo scrittore dal “cuore di ghiaccio” si ritroverà, suo malgrado, coinvolto in una storia tra sogno e realtà, fatta di conigli che si vogliono sposare, tenere effusioni, canzoni sdolcinate e promesse di matrimonio. Il problema è che il nostro scrittore ha chiuso sotto chiave il proprio cuore e non lo vuole ammettere. In scena un attore e dei muppets animati a vista, un dialogo tra elementi reali e simbolici, e un tema che va dritto al cuore: la paura di amare.


Gli spettacoli si svolgeranno nel rispetto delle normative vigenti in termini di distanziamento e misure di sicurezza. Posto unico con servizio di prenotazione € 5.00 – bambini sotto i 3 anni € 0.50.

PROMOZIONE PER I RAGAZZI: vieni a 2 spettacoli e avrai in omaggio l'ingresso ad uno spettacolo a scelta tra quelli in calendario.

INFO: www.atgtp.it - biglietteria@atgtp.it - tel 0731 56590 - cell. 334 1684688

comments powered by Disqus