A Jesi il Festival AMBARABA’ si tinge di arte e racconta ai bambini e ai ragazzi il Rinascimento Italiano in occasione della mostra su Raffaello e Angelo Colocci. Lunedì 12 luglio al Chiostro del Palazzo della Signoria, appuntamento con i due laboratori teatrali gratuiti “Il gioco del mondo”, ore 17 e ore 18,30. In serata (ore 21,30) in Piazza delle Monachette, va in scena lo spettacolo “Federico Condottiero e la città ideale”

Federico_condottiero_e_la_citt__ideale_ok__1_

Lunedì 12 luglio, a Jesi, triplo appuntamento con il 23^ Festival di Teatro Ragazzi e di Figura “Ambarabà” promosso ed organizzato dall’ATGTP in 15 comuni delle Marche. Alle ore 17 e alle ore 18,30, si terranno due laboratori teatrali gratuiti per bambini dai 5 ai 10 anni, presso il Chiostro di Palazzo della Signoria, dal titolo “Il gioco del mondo”, e alle ore 21,30 in Piazza delle Monachette andrà in scena lo spettacolo “Federico condottiero e la città ideale”.

A fare da filo conduttore sono il Rinascimento italiano e i suoi protagonisti: Angelo Colocci e Raffaello Sanzio, nel caso dei laboratori, e Federico da Montefeltro nello spettacolo. Una proposta, cui collaborano il Comune di Jesi e MJ Musei Civici, con il sostegno di Fondazione Cariverona, in dialogo con la mostra su Colocci e Raffaello in corso a Palazzo Pianetti e nella Casa Museo “Angelo Colocci”.

L’arte, dunque, è al centro della giornata del 12 luglio, e di molti eventi di Ambarabà a Jesi. Si parte alle ore 17 e alle ore 18,30 con i due laboratori teatrali gratuiti “Il gioco del mondo. Un viaggio nel Rinascimento con Colocci e Raffaello”, che si terranno anche il 19 luglio per giocare insieme ai bambini alla scoperta del grande artista di Urbino e dell’umanista di Jesi. L’attività si svolge nel Chiostro di Palazzo della Signoria, splendido esempio di architettura rinascimentale.

Alle ore 21,30, in Piazza delle Monachette, appuntamento con “Federico condottiero e la città ideale”, produzione ATGTP di Lucia Palozzi, in scena Enrico Marconi e la stessa Lucia Palozzi, regia di Fabrizio Bartolucci, Sandro Fabiani e Simone Guerro, scene di Chiara Gagliardini, costumi di Annalisa Fava. Fin dal primo quadro scenico, nel quale gli attori riproducono il famoso ritratto dei Duchi di Urbino di Piero Della Francesca, lo spettacolo ricrea immagini delle opere d’arte rinascimentali, tra le meraviglie del Palazzo Ducale e di Urbino. Si tratta di un racconto di formazione, nel quale si ripercorrono le tappe della vita di Federico di Montefeltro, dalla figura del figlio non riconosciuto a quella del grande condottiero, attraversando gli incontri più importanti fino al progetto di Urbino città ideale. Le vicende storiche costituiscono la cornice del racconto e il pretesto narrativo per parlare di temi contemporanei e vicini al giovane pubblico. Federico diviene l'emblema della capacità umana di immaginare e realizzare progetti, in bilico tra l'aspirazione alla perfezione e la paura del fallimento, tra l'isolarsi nella propria visione e l'imparare a condividerla e a metterla al servizio della collettività.

Il Festival Ambarabà propone a Jesi numerosi eventi tra arte e teatro, grazie alla collaborazione del Comune di Jesi, Musei Civici (MJ), Jesi Cultura e Fondazione Cariverona. Oltre a tre spettacoli e ai laboratori “Il gioco del mondo”, gli appuntamenti saranno anche con “I doni di Lucia”, in scena il 14 e 15 luglio, e il 4 e 5 agosto presso la Pinacoteca Civica di Palazzo Pianetti, un progetto di e con Lucia Palozzi che narra la storia del personaggio di Santa Lucia ispirandosi all’omonima pala del Lotto conservata presso la Pinacoteca Civica di Jesi. Inoltre, il 26 e 27 luglio, e il 28 e 29 agosto, avrà luogo presso il Museo Colocci l’Escape room “Angelo Colocci: la misura del cosmo”, un progetto Atgtp nell’ambito delle iniziative intorno alla mostra “Raffaello e Angelo Colocci”, per immergersi in modo innovativo nella caleidoscopica vita di Angelo Colocci e nella sua Casa Museo.

INFO: www.atgtp.it - biglietteria@atgtp.it - tel 0731 56590

Posto unico spettacolo € 5.00 - bambini sotto i 3 anni € 0,50

Prenotazione consigliata al n° 334.1684688

comments powered by Disqus