CAMERINO FESTIVAL 2021: AL VIA IL 16 AGOSTO LA 35a RASSEGNA INTERNAZIONALE DI MUSICA

Manifesto_ultimo_tutti_loghi

Il Camerino Festival traguarda la sua 35a edizione e lo fa entrando nel cuore della città ferita. Tre piazze (Cavour, Caio Mario e Garibaldi) collocate lungo la via direttrice del centro storico e la Basilica di San Venanzio ospiteranno i concerti di questa edizione. Il cartellone vedrà artisti accomunati dalla spiccata capacità, dimostrata nella propria carriera, di muoversi tra più generi musicali. Dalla classica al jazz, dal pop alla world music: il fil rouge di quest’anno è dato proprio dal tema della trasversalità, rompere i confini di genere e regalare emozioni mutuando linguaggi dalla musica colta alla popolare. Questo è il viaggio che accosta ogni musicista del programma ed è il viaggio emozionale che tutti gli spettatori potranno vivere sulle note suonate dai big della scena musicale internazionale, Avi Avital, Yamandu Costa, Richard Galliano, Danilo Rea, Giovanni Sollima, e dai giovani talenti emergenti invitati al festival quali il pianista russo Ivan Bessonov e il Quartetto Tchalik.

Il festival festeggerà anche due importanti ricorrenze: i 100 anni dalla nascita di Astor Piazzolla, reinventore del tango argentino, e il 50° dalla morte di Igor Stravinskij. Del grande compositore russo verrà eseguita “L’Histoire du soldat”, opera che sintetizza in modo emblematico il cartellone di quest’anno: la partitura, infatti, è il frutto di varie esperienze musicali dell’epoca, a cui si ispira chiaramente l’Autore: il tango argentino, il valzer, le fanfare svizzere, il ragtime, il paso doble, il jazz.


Altri appuntamenti faranno da cornice alla rassegna. Dal 17 al 21 agosto, presso l’Accademia della Musica “Franco Corelli” si terrà una masterclass organizzata dalla Andrea Bocelli Foundation in collaborazione con le associazioni “Piano Friends” e “Adesso Musica”. I due concerti conclusivi del 21 agosto raccoglieranno gli sforzi interpretativi dei giovani musicisti, proponendo un’ampia selezione tratta dal repertorio cameristico, aperto anche alla produzione contemporanea. Il 19 agosto ci sarà la performance del ballerino Valerio Longo, in dialogo con le opere di Ettore Frani e le musiche originali di Antonello Sabatini, Claudio Calari e la voce di** Paola Feraiorni**. Il progetto nasce dalla mostra di Ettore Frani, Le dimore del pittore, che sarà realizzata in questi giorni a Camerino. Il tema è quello dell’autoritratto interiore e sviluppa uno dei nodi centrali della poetica di Frani: la pratica della pittura come luogo di un’autentica e profonda esperienza spirituale.

Infine, tre incontri pomeridiani all’Orto Botanico impreziosiranno il Festival 2021: i temi scelti, in linea con il programma della rassegna musicale, saranno sviluppati da importanti relatori con la presenza di alcuni docenti dell’Università degli Studi di Camerino, che partecipa alla rassegna internazionale di musica dal 1987, anno della sua fondazione.

comments powered by Disqus