Nella Stagione Lirica 2021 del Teatro Pergolesi i volti di cittadini e cittadine con la campagna di comunicazione “Io sono l’opera 2021. L’opera lirica è parte di noi e della nostra città”

Manifesto_lirica_jesi_2021_silvia_segnan_per_maria_de_buenos_aires

La 54esima Stagione Lirica del Teatro Pergolesi di Jesi ha trovato i ‘volti’ che accompagnano la campagna di comunicazione del cartellone.

Una donna, un uomo, una coppia del territorio sono i testimonial di tre delle opere del programma, grazie alla campagna di comunicazione “Io sono l’opera 2021. L’Opera lirica è parte di noi e della nostra città”. L’iniziativa da tre anni coinvolge il pubblico in una performance fotografica con una grande artista del territorio, e - dopo una accurata selezione dei ritratti – arriva all’elaborazione dei manifesti della Stagione in perfetto stile poster art.

Il progetto è curato dalla Fondazione Pergolesi Spontini, la strategia di comunicazione è di Premiata Fonderia Creativa, i ritratti fotografici a cura di Francesca Tilio, collabora l’Associazione JesiCentro, sponsor tecnico Digitall stampa digitale.


In “Io sono l’opera”, la Stagione lirica del “Pergolesi” ha chiesto a comuni cittadini e cittadine di interpretare, davanti all’obiettivo fotografico, i personaggi principali di tre dei titoli del cartellone, “Maria De Buenos Aires” opera-tango di Astor Piazzolla, “Il Castello del principe Barbablù” di Béla Bartók, e “Il segreto di Susanna” intermezzo di Ermanno Wolf-Ferrari. Allo shooting fotografico, che si è tenuto il 25 giugno, hanno partecipato in 28, di cui 22 singoli e 3 coppie. Le donne sono state invitate ad interpretare il personaggio di Maria, agli uomini la sfida di essere Barbablù, le coppie hanno vestito i panni degli innamorati Susanna e Gil. Dopo la selezione dei ritratti, il lavoro grafico si è concentrato sull’unire la foto al manifesto e la persona al personaggio, ispirandosi ai grandi maestri delle affiche di inizio secolo come René Gruau, con i suoi tratti decisi e sintetici.

I volti selezionati per essere nuovi testimonial della Stagione Lirica sono quelli di Silvia Segnan (per il manifesto dell’opera “Maria de Buenos Aires”, Giovanni Battista Goffredo (per “Il castello del principe barbablù”), e di Emanuela Cicconi e Stefano Squartini (per il manifesto del dittico “Il segreto di Susanna/La scuola guida”). Si aggiungeranno ai ritratti di due jesini già selezionati lo scorso anno per due opere della Lirica 2020 slittate al 2021 a causa della pandemia: Gianfrancesco Mattioni per il manifesto dell’opera “Notte per me luminosa” e Maria Gentilucci per quello di “The Telephone/La Serva Padrona”. Tutti i partecipanti dell’edizione 2021 di “Io sono l’opera” saranno comunque protagonisti nella campagna promozionale della Stagione Lirica, via social media e in altre iniziative: grazie all’associazione JesiCentro e a Digital, le vetrine degli esercizi commerciali della città che hanno aderito all’iniziativa ne esporranno un ritratto stampato su cartone f.to 42x42 cm. Ecco dunque mostrarsi alla città anche i ritratti di Ana Sturza, Christiane Hunger, Serena Liguori, Eleonora Cola, Martina Manoni, Anna Maria Meloni, Dalila Ramazzotti, Cinzia Gismondi, Nadina Rosati, Sara Giampieri, Valentina Piccioni, Giulia Eleonora Molinaro, Grazia Trimarchi, Matteo Canestrari, Beatrice Guerri, Stefania Carotti, Chiara Ciciliani, Maria Marchegiani, Monica Sgardi, Georgia Spaccapietra, Maria Felicita Triccoli e Marco Torcoletti, Simone Tiberi e Alice Bocchini.


Il cartellone della Stagione Lirica di Tradizione del Teatro Pergolesi, dedicato quest’anno al M° Carlo Perucci nel centenario della nascita, è iniziato lo scorso maggio con la ripresa dell’opera contemporanea “Notte per me luminosa” di Marco Betta. Si prosegue il 27 e 28 agosto con “Maria de Buenos Aires”, tango operita del 1968 di Astor Piazzolla, diretta da Aldo Sisillo sul podio dell’Ensemble Teatro dell’Opera Giocosa di Savona, con la regia e le scene di Stefania Panighini, nuova produzione di Fondazione Pergolesi Spontini in coproduzione con Teatro dell’Opera Giocosa di Savona e Ente Luglio Musicale Trapanese.

Il 7 ottobre il tenore Fabio Armiliato, sarà protagonista insieme all’Orchestra Sinfonica Rossini di un “Concerto lirico sinfonico” in collaborazione con “Sipario-arte a teatro”, festival itinerante promosso da AD Eventi e Orchestra Sinfonica Rossini con il contributo di BPER Banca.

Il 23 e 24 ottobre - con anteprima riservata ai giovani il 21 ottobre - il programma prosegue con l’intermezzo più celebre del compositore jesino Giovanni Battista Pergolesi, “La serva padrona” (1733), in dittico con “The telephone” scritto nel 1947 da Gian Carlo Menotti, direttore è Flavio Emilio Scogna sul podio della FORM – Orchestra Filarmonica Marchigiana, la regia e le scene sono di Jacopo Fo; nuovo l’allestimento e nuova produzione della Fondazione Pergolesi Spontini in coproduzione con Ente Concerti “Marialisa de Carolis” Sassari.

Il 30 e 31 ottobre ancora un titolo mai rappresentato prima al Teatro Pergolesi di Jesi, l’opera in un atto di Béla Bartók, “Il castello del principe Barbablù”, del 1918, con la direzione di Marco Alibrando e la regia di Deda Cristina Colonna, suona l’Ensemble del Teatro Coccia Novara. Nuova la produzione, in coproduzione con Fondazione Teatro Coccia di Novara.

Il 20 e 21 novembre, con anteprima riservata ai giovani il 18 novembre, va in scena “Il segreto di Susanna”, intermezzo in un atto di Ermanno Wolf-Ferrari, rappresentato per la prima volta nel 1909, in dittico con “La scuola guida”, idillio musicale di Nino Rota su libretto di Mario Soldati, del 1959. Gabriele Bonolis dirige il Time Machine Ensemble, la regia è di Alessio Pizzech, le scene e i costumi vincitori della I edizione del “Concorso Josef Svoboda” per scenografi e costumisti aperto agli studenti delle Accademie di Belle Arti di Macerata e Bologna.

Gran finale sotto il segno della danza, il 18 dicembre, con “Soirée Russe. Omaggio a Diaghilev e Nijinsky” della Compagnia Daniele Cipriani Entertainment.


La Stagione lirica è organizzata dalla Fondazione Pergolesi Spontini, con il sostegno di Ministero della Cultura - Regione Marche, Soci Fondatori Comune di Jesi - Comune di Maiolati Spontini, Partecipante Aderente Comune di Monsano, Partecipante Sostenitore Camera di Commercio delle Marche, con il patrocinio del Consiglio Regionale delle Marche, Educational partner Trevalli Cooperlat, Sponsor P.S. Medical Center.

Si ringraziano Emme Tre S.r.l. e tutti i MECENATI 2021 per il contributo erogato tramite Art Bonus


TEATRO. FELICITÀ RESPONSABILE.

A partire dal 6 agosto 2021 l’accesso agli spettacoli aperti al pubblico, sia al chiuso che all'aperto, sarà consentito esclusivamente ai soggetti muniti di una delle Certificazioni verdi Covid-19 (rif. Decreto-legge del 23 luglio 2021, n. 105).

Per il regolamento completo clicca qui: https://www.fondazionepergolesispontini.com/biglietteria/

Per info e criticità: 0731 206888 – biglietteria@fpsjesi.com

comments powered by Disqus