Ultima settimana di spettacoli al Festival AMBARABÀ 2021

Albero_di_pepe_spettacolo

Ultima settimana di spettacoli per Ambarabà, il Festival di Teatro Ragazzi e di Figura organizzato da ATGTP associazione Teatro Giovani Teatro Pirata in 15 comuni delle Marche (Arcevia, Chiaravalle, Corinaldo, Jesi, Maiolati Spontini, Mondavio, Montecarotto, Montemarciano, Monte Roberto, Ostra, Santa Maria Nuova, Senigallia, Serra San Quirico, Staffolo e Trecastelli), con il sostegno dei Comuni, e di Ministero della Cultura, Regione Marche-Servizio beni e attività culturali, Cms Consorzio Marche Spettacolo, Amat Associazione Marchigiana Attività Teatrali, Assitej Italia, Teatro alla Panna, Unima, Alte Marche Creative.

Martedì 10 agosto alle ore 21,30 il palcoscenico allestito in Via Circonvallazione a Montecarotto accoglie un grande classico dei burattini tradizionali in baracca, “Il rapimento del principe Carlo” del Teatro Del Drago. Questo spettacolo, dalla trama molto semplice, proviene da un vecchio canovaccio della metà dell’800 della tradizione emiliano-ro,magnola. La storia inizia nella reggia di un vecchio re a cui è stato rapito il figlio. Servi e soldati partono per andare a cercare il Principe Carlo in tutte le terre del regno; alla ricerca parte anche Fagiolino, aiutato dai consigli della vecchia Fata Circe. Presto lo trova nel bosco, nelle mani del terribile e potente brigante Spaccateste. Fagiolino, dopo un lungo duello, bastona senza pietà i cattivi, riportando sano e salvo il Principe Carlo al re. In onore di Fagiolino il re decide di organizzare una grande festa.

Mercoledì 11 agosto, stessa ora, a Senigallia presso il Cortile della Scuola Pascoli, c’è “Zac, colpito al cuore”, spettacolo pluripremiato delle compagnie Atgtp, PaneDentiTeatro e Laborincolo, vincitore nel 2016 agli Eolo Awards (l’oscar del Teatro ragazzi in Italia). In scena pupazzi animati a vista e un attore, per una storia semplice che parla della paura d’amare e del desiderio di aprirsi alla vita. Protagonista è Zac, uno scrittore bravo ad inventare storie di coraggio e di avventure, ma in crisi creativa quando deve misurarsi con le storie romantiche. Lo scrittore dal “cuore di ghiaccio” si ritroverà coinvolto in una storia tra sogno e realtà, fatta di conigli ubriachi d’amore che si vogliono sposare, tenere effusioni, canzoni sdolcinate, promesse di matrimonio. Alla fine di questa esperienza capirà che per amore dell’altro si possono affrontare anche situazioni pericolose, che richiedono vero coraggio.

Giovedì 22 agosto ore 21,30 a Corinaldo (Piazza Il Terreno), appuntamento con “L’albero di Pepe” di Atgtp. Vi si narra il poetico incontro tra una bambina ed un albero speciale, per scoprire il grande valore della natura e la bellezza della condivisione. Pepe è la protagonista di questa storia, una storia che ogni volta che finisce ricomincia con qualcosa di nuovo. A raccontarla sono lei e Francone, suo fratello, in un flashback appassionante che racconterà le vicende incredibili di una ragazzina molto intraprendente. Una narrazione che si dipana tra palco e pubblico, tra cambi di scena e gioco di personaggi. Uno spettacolo con una semplice e stupefacente scenografia narrativa, e musiche originali e canzoni cantate dal vivo.

Gli spettacoli si svolgono nel rispetto delle normative vigenti in termini di distanziamento e misure di sicurezza. Posto unico con servizio di prenotazione € 5.00 – bambini sotto i 3 anni € 0.50.

PROMOZIONE PER I RAGAZZI: vieni a 2 spettacoli e avrai in omaggio l'ingresso ad uno spettacolo a scelta tra quelli in calendario.

INFO: www.atgtp.it - biglietteria@atgtp.it - tel 0731 56590 - cell. 334 1684688

comments powered by Disqus