“L’amico Sancio” del Laboratorio Minimo Teatro ha aperto il concorso 2021-2022

Amico_sancio_3_

Sabato 16 ottobre 2021, con replica domenica 17 ottobre, al PalaFolli Teatro ha debuttato L’amico Sancio, il nuovo spettacolo del Laboratorio Minimo Teatro che ha dato il via al concorso 2021-2022 della storica rassegna di teatro di Ascoli Piceno.

Giunta alla quattordicesima edizione, Ascolinscena propone quest’anno ben cinque spettacoli in concorso e da sabato scorso ha visto il teatro PalaFolli tornare alla capienza del 100% dopo le restrizioni dovute all’emergenza sanitaria.

Lo spettacolo “L’amico Sancio”, una rilettura del classico Don Chisciotte di Cervantes, è stato scritto e diretto da Paola Lucidi ed ha visto sul palco ascolano gli attori Mario Gricinella e Pino Presciutti. Attraverso l’inserimento fugace di altri testi diametralmente opposti per tempo, genere e stile, è nato uno spettacolo meticcio che non disdegna di guardare in faccia la realtà e il vissuto dei suoi attori e di tutti.

“L’amico Sancio” è il racconto di un’amicizia tra due barboni, Pietro e Alfredo diversi tra loro per aspetto e anima. I due non più giovanissimi si conoscono da sempre, da prima che il destino scegliesse per loro di virare verso vicoli e baracche. Pietro non si lamenta, prende la vita con filosofia, tira avanti con piccoli espedienti, cercando di riempire pancia e testa. Alfredo invece la testa l’ha già piena di fantasie e di storie in cui, forse, neppure lui crede fino in fondo. I protagonisti di “L’amico Sancio” sono buffi, stravaganti con le loro miserie e le loro lacrime ma anche strafottenti e poetici.

Lo spettacolo è stato un vero e proprio inno all’amicizia, al sacrificio per l’altro, al riconoscimento del valore di un amico anche quando, tra sogni e utopia, sembra non cogliere più la durezza della vita. Sul palco il pubblico ha potuto osservare le dinamiche di un rapporto fondato su affetto e condivisione, scoprendo nei due protagonisti sentimenti universali e resi più veri e concreti dall’ambiente in cui gli stessi sono costretti a vivere.

Il nuovo spettacolo del Minimo nasce anche dalla collaborazione con personalità e realtà artistiche differenti. La scenografia, un ambiente che richiama baracche e sottopassi abitati da senzatetto, è stata curata dalla compagnia teatrale abruzzese Rospo Rosso. Il disegno luci che illumina, rendendolo caldo e intimo, lo spazio teatrale è di Pietro Cardarelli, light designer ascolano di fama internazionale.

Il Laboratorio Minimo Teatro e i due attori protagonisti hanno fortemente voluto uno spettacolo ispirato all’amicizia e ne è nato un piccolo capolavoro dedicato a Ottorino Pignoloni e Carlo Martinelli, amici scomparsi di cui hanno sentito vivo il ricordo durante prove e messa in scena.

La Rassegna Ascolinscena tornerà il prossimo 6 novembre con lo spettacolo in concorso E fuori nevica della compagnia Ci Credo di Macerata che porterà sul palco una divertente commedia di Vincenzo Salemme dedicata alla famiglia e ai rapporti tra fratelli.
I biglietti sono già in vendita presso il PalaFolli (biglietteria aperta dal lunedì al venerdì con seguenti orari: 9:30-13:00, 16:00-19:00)

comments powered by Disqus