Tutte le news di Hangartfest

  • VOCE AGLI ARTISTI: STEFANIA ZEPPONI

    Thumbnail_schermata_2020-06-05_alle_12.00.02
    "L’artista non esiste né fiscalmente, né giuridicamente e soprattutto non esiste a livello di pensiero. Il nostro pensiero, la nostra capacità di riflessione sul presente, che è la nostra forza, non viene assolutamente calcolata. È triste pensare che siamo considerati degli intrattenitori. Il sistema intorno a noi ci sta costringendo dentro qualcosa che non siamo e se non riflettiamo su questo ci cadremo di nuovo sicuramente e perderemo la grande occasione di ridefinire quello che siamo.”
  • VOCE AGLI ARTISTI: GIOSY SAMPAOLO

    Thumbnail_schermata_2020-06-05_alle_12.00.02
    “La situazione per gli artisti e lo spettacolo dal vivo è la stessa da sempre, questa è stata solo una botta in testa che ci ha messo nella condizione di dire che bisogna cambiare qualcosa. Siamo noi che dobbiamo dare valore al nostro lavoro perché se non lo facciamo noi non lo farà nessuno. La grande responsabilità che abbiamo oggi come comunità artistica e professionale è di far nascere da questa situazione un cambiamento.”
  • VOCE AGLI ARTISTI: LUCA SILVESTRINI

    Thumbnail_schermata_2020-06-05_alle_12.00.02
    “Noi artisti della danza abbiamo un ruolo molto speciale, siamo dei creatori, dei comunicatori di significati importanti, abbiamo gli strumenti per raggiungere le persone mentalmente, fisicamente ed emotivamente. Direi che siamo influenti, magari non decisivi, ma è certo che quello che facciamo è fondamentale, soprattutto in momenti come questi.”
  • VOCE AGLI ARTISTI: MELISSA UGOLINI

    Thumbnail_schermata_2020-06-05_alle_12.00.02
    “Ho scoperto che nel confinamento delle quattro mura di casa e nel confinamento del mio corpo si può trovare un infinito di cui non avevo mai fatto esperienza prima, perché ho passato tutti questi anni a guardare fuori. Il limite per me è un’occasione per arrivare ancora più in profondità e togliere tutte quelle maschere che sia nella vita sia come artisti siamo costretti molto spesso ad indossare.”
  • VOCE AGLI ARTISTI: MASAKO MATSUSHITA

    Thumbnail_schermata_2020-06-05_alle_12.00.02
    “Mi sono chiesta che cos’è per me l’utopia in questo momento. È uno spazio dove poter immaginare una società che risalti le diversità culturali, diminuendo le disuguaglianze sociali, responsabilizzi l’essere umano, generando un ecosistema di pensieri e di conseguenza una diminuzione di inquinamento mentale e territoriale. E questa è una cosa che porto nella mia creatività.”